Archivio | ottobre, 2008

Ginger è morto

30 Ott

Ginger è morto. Dopo quattro giorni di sofferenze se n’è andato. Ormai debolissimo, non si reggeva neanche più sulle zampe. Le bimbe ancora non lo sanno, l’Insegnante l’ha portato via prima che se ne accorgessero. Ora credono che Ginger si trovi dal veterinario, che lo tratterrà per alcuni giorni nel suo ambulatorio per curarlo. Sarà un’impresa quando dovremo dire loro la verità…

Annunci

Ginger sta male

29 Ott

Il povero Ginger si è ammalato d gastroenterite. Lo stiamo curando con antibiotici e Plasil come se fosse un bambino. Da due giorni non mangia più, beve soltanto. Il veterinario ha detto che la cosa è piuttosto seria. Ora si lascia accarezzare e prendere in braccio, forse perché non ha più neanche la forza per reagire…

Ginger

26 Ott

Così mia figlia piccola ha chiamato il gattino di due mesi appena entrato a far parte della nostra famiglia. E’ un micio tricolore – rosso, grigio e bianco – bellissimo e spaventatissimo. Ha trascorso tutta la notte dietro alla credenza della cucina impedendoci di dormire con il suo incessante miagolio. Poi questa mattina, mio marito ha deciso di allontanarlo da quel luogo scomodo e dopo vari sollevamenti del mobile l’ha indotto a dirigersi verso la sala. Risultato: adesso piange dentro il camino.
Io – lo confesso – non sono un’amante dei gatti, pertanto i lamenti di Ginger e le sue continue produzioni mi stanno mettendo a dura prova. Ma che cosa non si fa per i figli?

Ad Asmara

12 Ott

Siamo arrivati ad Asmara. Ci troviamo a 2.350 metri di altitudine. La città è carina, pulita e tranquilla, già oggi pomeriggio, nonostante la stanchezza e il sonno, abbiamo fatto un breve giro turistico con una collega dell’Insegnante, fermandoci anche in un bar per gustare un buon caffè.
La gente è gentile e disponibile, soprattutto gli anziani che parlano molto bene l’italiano. In generale si riesce a comunicare in inglese.
Il clima è splendido: tranne i mesi di luglio e agosto – quelli delle piogge – è un’eterna primavera mite, soleggiata e ventilata, anche se bisogna fare attenzione a non disidratarsi proprio a causa di sole e vento. Quindi: bere spesso e proteggersi le labbra e la pelle con creme specifiche.
La temperatura media annua  si aggira sui 18°, con un’escursione termica tra il giorno e la notte. Durante il giorno si arriva a 25°, la notte a 10°.
Qui abbiamo un’ora di differenza rispetto all’Italia, ma da fine ottobre, con il ripristino in Italia dell’ora solare, saremo due ore avanti.

Al Cairo

11 Ott

Ed eccoci al Cairo. Sono le 21 e ci troviamo all’aeroporto aspettando di imbarcarci per Asmara. Una puntata al Mc Donald ci ha permesso di rifocillarci e di ingannare l’attesa: 7 ore. Sarà una lunga notte, soprattutto perché con due bimbe così piccole ripartire all’una e un quarto non sarà facile!

Aeroporto Leonardo da Vinci di Roma Fiumicino

Aeroporto Leonardo da Vinci di Roma Fiumicino

Si parte!

9 Ott

Ultimi preparativi per la partenza. Panni da lavare, asciugare, stirare, valigie che si aprono e si chiudono, zaini, borse a mano: in casa la confusione regna sovrana.

Domani mattina con l’automobile partiremo per Roma. Dopodomani, con l’Egipt Air, raggiungeremo Il Cairo da dove ripartiremo domenica mattina per Asmara. L’arrivo è previsto per le 5 ora locale.
Da oggi e per qualche giorno non riuscirò ad aggiornare il weblog, ma appena possibile vi terrò informati.

Trasloco – atto secondo

8 Ott

La seconda giornata dedicata al trasloco è conclusa. Anche gli elettrodomestici, il grand cherokee e gli alimentari sono in viaggio con destinazione Asmara. Fa un certo effetto vedere la casa semivuota: è come se anche il tuo animo si fosse svuotato…

Nel frattempo è arrivata anche la conferma della data di partenza per la nostra famiglia: questo sabato. Mio marito questa mattina è stato in Consolato a Milano a ritirare i visti, mentre io facevo strada al camion che doveva recuperare tutta la mercanzia di negozio in negozio.

Insomma: i tempi sono ormai stretti e l’avventura è quasi cominciata.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: