Archivio | ottobre, 2009

Le arance di Ghinda

21 Ott

Ghinda è un paese situato a metà strada tra Asmara e Massaua, vicino alla sorgente del Sabarguma. La presenza di fonti d’acqua fa sì che vi sia una rilevante produzione ortofrutticola. Le arance in particolare sono molto rinomate qui in Eritrea: di grosse dimensioni, succose e dal caratteristico colore verde e giallo.

Le arance di Ghinda

Le arance di Ghinda

Annunci

Alle isole Dahlak

12 Ott

Lo scorso week-end, per la prima volta da quando ci troviamo in Eritrea, siamo andati alle isole Dahlak. Si tratta di un arcipelago di 209 isole nel Mar Rosso, prive di vegetazione e di insediamenti umani. Non ci sono resort attrezzati, divertimenti o strutture turistiche cui siamo abituati nelle nostre vacanze in luoghi esotici, ma solo sabbia, cielo e mare. Per gli amanti della natura e dello snorkelling queste isolette sperdute in mezzo al Mar Rosso e circondate da barriere coralline incontaminate sono un vero paradiso. Queste acque sono popolate da cernie giganti, delfini, mante, razze, tartarughe ed è possibile perfino avvistare il dugongo, mammifero ormai in via di estinzione.
La nostra gita è comincita il venerdì, quando siamo scesi a Massawa in compagnia di una decina di amici distribuiti su tre fuoristrada stracarichi.

La preparazione del nostro fuoristrada

La preparazione del nostro fuoristrada


La sera, dopo aver cenato a base di pesce al ristorante Luna, abbiamo pernottato all’hotel Central per poi il giorno dopo essere già al porto di prima mattina. Qui abbiamo noleggiato un’imbarcazione e via, verso l’isola di Dahret.
Sull'imbarcazione

Sull'imbarcazione


I bambini

I bambini


Che meraviglia quando è apparsa ai nostri occhi, sperduta in mezzo al mare, quella bianchissima lingua di terra!
L'isola di Dahret

L'isola di Dahret


La barriera corallina

La barriera corallina


I coralli

I coralli


Dopo esserci fatti largo tra i coralli, finalmente siamo approdati e abbiamo cominciato la preparazione dell’accampamento: tre tende da notte e due da giorno.
La nostra tenda

La nostra tenda


Le tende da giorno

Le tende da giorno


Inutile dire la quantità di pizze, focacce, polpette, polpettoni, insalate di riso e di pasta che riempiva i nostri frigoriferi, i litri di acqua e, sì, le bottiglie di birra e vino bianco che avrebbero accompagnato le grigliate di pesce pescato durante il soggiorno…
A Dahret siamo rimasti due giorni, trascorrendo una notte in tenda sotto uno splendido cielo stellato: un’esperienza indimenticabile!
Abbiamo passeggiato lungamente sull’isola osservando gli uccelli e le innumerevoli conchiglie, nuotato, fatto snorkelling, pescato.
Passeggiando sull'isola

Passeggiando sull'isola


Le conchiglie

Le conchiglie


Tra i pesci avvistati una manta gigante e tantissime razze.

Una razza

Una razza


Una razza

Una razza

Tutti al museo nazionale di Asmara

1 Ott

Il museo nazionale di Asmara

Le Shukorine, con una loro amichetta eritrea, prendono lezioni d’inglese due o tre pomeriggi la settimana. Il loro maestro ha insegnato all’International School di Asmara e, avendo trascorso alcuni anni negli Stati Uniti, ha una pronuncia davvero buona. Mr. Tecle, questo è il suo nome, ha un approccio ottimo con i bambini, inventa innumerevoli giochi per coinvolgerli e ha sempre nuove idee per suscitare interesse e curiosità. In questi giorni ha organizzato una visita al museo nazionale di Asmara a cui hanno partecipato non solo le Shukorine, ma anche tutti i bambini italiani che Mr. Tecle segue nei compiti di inglese, ovvero il figlio di una collega dell’Insegnante e quattro ragazzini i cui padri lavorano all’Ambasciata italiana. E naturalmente c’eravamo anche noi, i genitori.
Il museo, allestito con discreta cura, ospita una sezione preistorica, una storica, una riservata alla fauna locale e una collezione riguardante i gruppi etnici che popolano l’Eritrea: i Tigrini, i Tigré, gli Afar, gli Hedareb, i Nara, i Kunama, i Saho, i Rashaisa e i Bileni.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: