Archive | maggio, 2011

Venti anni di indipendenza

24 Mag

Si celebra oggi il ventesimo anno dell’indipendenza eritrea dopo una guerra trentennale con l’Etiopia. Per tutta la giornata, fin dalle 6 del mattino, si sono susseguiti elicotteri in volo e fuochi d’artificio. Manifestazioni e iniziative erano già cominciate nei giorni scorsi e le vie principali di Asmara sie erano riempite di manifesti e slogan come: “Perfect Harmony for a National Dignity”, “I am an Eritrean, I am Proud”. Bandiere eritree scendevano dai palazzi e sovrastavano le insegne dei negozi, palchi grandi e piccoli erano stati approntati nelle piazze principali, das campeggiavano in tutti i quartieri. Anche la scuola italiana ha partecipato alle celebrazioni con uno spettacolo e intervenendo in una sfilata per le vie di Asmara. Adesso, dopo quattro giorni di festa, si torna a scuola.

Pensando a un trasferimento

20 Mag

Capita raramente che io la sera abbia le forze per vedermi un film e ieri con Social Network è stata una delle rare volte. Sotto le coperte, con il computer tra me e lui, io e l’Insegnante ce lo siamo visto tutto d’un fiato. Poi alle 10.15 un’ultima controllata alla posta… tra i messaggi ce n’era uno che aspettavamo da tempo, quello della mobilità estero per estero del personale docente. L’Insegnante apre il file allegato e comincia a scorrerlo nervosamente. Arrivato all’area inglese, che è quella per la quale ha superato l’esame, punta il dito sulla sua classe di concorso, la 003, e comincia a dire una serie di lo sapevo, figurati se c’era, me lo immaginavo, ecc, ecc. Anch’io controllo il file e comincio a rattristarmi per la delusione di non avervi trovato le due sedi che tenevo d’occhio da un po’ di tempo: Atene e Istanbul.
Per l’area inglese risultavano solo tre posti a Londra e uno ad Asmara. Ad Asmara ci siamo già e a Londra… come tutti sanno il costo della vita è molto caro e poi manca la scuola italiana per le Shukorine.

Solo quando l’Insegnante si è deciso a scorrere ulteriormente il file per capire se qualche collega di altra materia aveva la possibilità di spostarsi, ecco apparire sotto la dicitura “Area mista” la scritta Istanbul. Istanbul? Ma certo possono farvi richiesta di trasferimento sia chi ha superato il concorso in lingua inglese che quello in francese!
Ma siamo sicuri che abbiamo letto bene? Guardiamo di nuovo, dai! Sì, c’è proprio scritto Istanbul! Incredibile, si è liberato un posto nonostante il Decreto Milleproroghe. Ora non resta che incrociare le dita e sperare che nessun altro sia interessato…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: