Contatto da Istanbul

24 Lug

E’ accaduto più o meno come la volta scorsa, quando ci stavamo trasferendo ad Asmara e il primo contatto è stato in Sardegna con una famiglia romana. Sono quelle cose che avvengono inaspettatamente e che sono le più gradite in un momento della tua vita in cui sei nella confusione più totale e cerchi di orientarti nel caos. Tenterò di essere più precisa. Nei giorni scorsi l’Insegnante ha ricevuto la telefonata di un ex collega di Asmara e tra un discorso e l’altro gli ha detto che stavamo per trasferirci a Istanbul. “Davvero? A Istanbul?” –  Ha esclamato lui – “C’è un mio carissimo amico siciliano che lavora lì per la scuola italiana ormai da due anni, se vuoi ti metto in contatto con lui”. Detto fatto. Due giorni dopo rieccolo al telefono con l’Insegnante e accanto a lui il suo amico. Da allora si sono susseguite telefonate fiume con Skype tra i due futuri colleghi e chattate interminabili tra me e la moglie. Perché non c’è solo un motivo di lavoro in tutto questo. C’è anche un’affinità di interessi, di situazioni familiari (hanno una figlia che il prossimo anno frequenterà, come la mia Shukor grande, la quinta elementare), forse – oserei dire – c’è anche una visione simile della vita. Sarà amicizia quella che è appena cominciata? Non lo so. Spero di sì, come è stato con la famiglia romana ad Asmara. Una cosa è certa: queste persone ci accompagneranno nella nostra avventura turca per i prossimi sei anni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: