Depilarsi a Istanbul

16 Nov

Dopo due mesi di fai da te, stamattina mi sono decisa ad andare da una professionista del luogo per la depilazione.

Entrata nel centro estetico, che rimane all’interno del negozio di parrucchiere di cui sono già cliente, mi accoglie una ragazza sorridente. Abituata in Italia come in altri Paesi a prendere appuntamento, immagino di dover tornare tra alcuni giorni, invece mi sorprendo quando la signorina mi fa immediatamente accomodare sul lettino. Stessa cosa per la mia mamma che si mette nelle mani di un giovane parrucchiere per la tinta e il phon.

Mi esprimo in inglese e a gesti perché il mio fidato manuale di conversazione in turco è stato utilizzato nei giorni scorsi dalle Shukorine ed è quindi irreperibile nel caos della loro camera. La ragazza sorridente mi fa sdraiare, stende la cera su una larghissima superficie della gamba e con una striscia chilometrica di carta mi depila in men che non si dica. Ora capisco perché non ci sono tempi di attesa dall’estetista.

Quindici minuti contro le tre ore della signora Gina ad Asmara!

Arriva il momento dell’olio finale: me lo spruzza sulle gambe e mi fa segno di stenderlo io stessa. Bene, mi dico, qui si usa così… speriamo almeno che mi facciano lo sconto per la collaborazione…

Quando chiedo alla signorina anche la depilazione delle sopracciglia, mi fa accomodare su una poltroncina reclinabile e mi mostra un rocchetto di filo. Immediatamente realizzo che si tratta della famosa depilazione col filo di cotone di cui mi hanno parlato le mie amiche expat… dolorosissima per quel che emerge dai loro racconti. Gesticolando le spiego che no, non se ne parla neanche, e le indico la cera o la pinzetta. Lei insiste, io giù a suon di hayir (= no). Sembra rassegnata, prende le pinzette e comincia il lavoro, ma dopo qualche minuto rieccola con il filo. Faccio per alzarmi dalla sedia ma lei mi dice: relax, relax… Ok, nella mia esperienza di vita in Turchia voglio proprio farmi mancare una depilazione col filo? Mi chiedo. Tamam (= va bene) è il caso di provare. E poi dopo aver provato ad Asmara la depilazione araba fatta con la palla di zucchero credo di poter sopravvivere.

La ragazza prende il rocchetto, con la bocca tiene un’estremità del cotone mentre con quattro dita delle mani forma una spirale di filo con cui avvolge le mie sopracciglia e le strappa. O almeno è quello che mi è sembrato di vedere mentre soffrivo questa tortura turca. Perché sì, è vero, l’ho potuto constatare oggi, quella col filo è una depilazione piuttosto dolorosa. Ma il bello è venuto all’ultimo quando, soddisfatta di essere riuscita a sopportare il dolore mi stavo veramente rilassando e… zacchete, ecco che la signorina sorridente decide di accorciarmi con le forbicine le sopracciglia rimaste! Noooooooooooooooo avrei voluto urlare, e invece sono rimasta pietrificata sulla poltrona aspettando paziente che terminasse.

Così tra qualche giorno avrò due cespugli spinosi sul viso.

34 Risposte to “Depilarsi a Istanbul”

  1. Selena 16 novembre 2011 a 3:51 pm #

    oddio, no!!! allora leggendo questo mi vien da pensare che molte turche abbiano cespugli invece di sopracciglia!
    in spagna non ho provato ad andare dall’estetista, ci é andata mia madre ed era soddisfatta..magari la prossima volta che torno la provo anch’io! per ora continuo il fai da te, e le sopracciglia non le tocco visto che son fortunella, son chiare e ben fatte..almeno secondo i miei gusti!

    • destinazioneestero 16 novembre 2011 a 8:16 pm #

      In realtà le turche sono donne ben curate, le sopracciglia sono sempre depilate, ma il fatto di tagliarle secondo me porta inevitabilmente a rafforzarle anziché debolirle nella ricrescita. Ora che so di questo tocco finale, starò attenta la prossima volta a non farmi fare il taglio perchè in effetti la depilazione con il filo o con la pinzetta è fatta a regola d’arte.

  2. iTravelers 16 novembre 2011 a 4:08 pm #

    Io sono ancora per il fai da te…

  3. elle 16 novembre 2011 a 6:18 pm #

    Depilazione col filo? Aiuto! ma e’ precisa? non ne toglie troppe senza controllo?
    ps in cosa consiste la depilazione con la palla di zucchero di Asmara? se ne hai parlato nel blog mi linkeresti il post per piacere?🙂

    • destinazioneestero 16 novembre 2011 a 8:17 pm #

      Non ne ho parlato, ma è stata un’esperienza come dire… da dimenticare! Usano una palla fatta con zucchero e limone che viene rotolata sulle gambe più e più e più volte. Il risultato è stato che fa un male dell’accidenti e non elimina bene i peli!

  4. Valeria 16 novembre 2011 a 7:00 pm #

    Ciao Raffa, aspettavo di avere la tazza in mano e sorseggiare il thè per dirti che finalmente il pacchetto è arrivato. Mi ha raccontato mio marito che, stamattina, ha avuto una bella chiacchierata col postino circa il contenuto misterioso della scatola e…..si sono sbizzarriti e divertiti molto con le varie ipotesi.
    Ti ringrazio tanto e anche le shukorine con la mano fatata.
    Un abbraccio a tutti e 4.

    • destinazioneestero 16 novembre 2011 a 8:18 pm #

      Ciao Valeria, la prossima volta vieni pure qui a prendere il tè, ti aspettiamo!

  5. MARINA 17 novembre 2011 a 12:17 am #

    Per esperienza ti posso dire che il taglio non cambia un gran ché la struttura delle sopracciglia, dopo tornano uguali a prima. Però tagliate sono più ordinate, non c’è niente da fare. Io col filo ho provato anche da sola, non fa più male della pinzetta, ma strappando più peli insieme senti più male. E poi la precisione che si ha col filo con gli altri metodi non si otterrà mai e poi mai.

    • destinazioneestero 17 novembre 2011 a 9:09 am #

      Meno male, mi hai tranquillizzato. E’ che adesso sono pungenti, non più morbide…

  6. Selena 17 novembre 2011 a 1:16 am #

    ho privatizzato il blog, mi piacerebbe invitarti come lettrice. mandami la tua mail via fb o alla mia mail sele782000@gmail.com. bacioni

  7. ferengiaddis 17 novembre 2011 a 10:28 am #

    Anch’io sono per il fai da te, decisamente! Soprattutto dopo aver visto le smorfie di dolore delle signore che facevano la depilazione con il filo qui ad Addis, nel salone dove vado a fare la pedicure, esperienza peraltro divina, con cura delle unghie, massaggi, scrub, il tutto che dura non meno di un’ora e mezza… qui la fretta è considerata una prerogativa dei poveri, di chi si deve guadagnare la vita lavorando!

    • destinazioneestero 17 novembre 2011 a 7:15 pm #

      Anche ad Addis fanno la depilazione con il filo? Wow!
      Ad Asmara, oltre alla signora Gina che depilava all’italiana e se non le portavi la tua cera usava quella riciclata (!) c’era un’estetista che faceva la depilazione araba con la palla di zucchero.

  8. laubao 17 novembre 2011 a 11:37 am #

    Ahahaah!! Mi hai fatta morire dal ridere!!! Beh, sono tutte esperienze belle ed interessanti, no?? Quando si viaggia o vive fuori dalla propria nazione, la cosa migliore e’ cercare di integrarsi….e tu, con le tue “nuove sopracciglia” l’hai proprio fatto!!🙂

  9. valentina cavalli 17 novembre 2011 a 10:58 pm #

    Noooooooo le forbicine nooo!!!! LA depilazione col filo me l’aveva mostrata un’amica iraniana (ma non sulle sopracciglia, una prova veloce veloce sul braccio e ad altre ragazze aveva fatto i baffetti), ma non mi aveva detto che fosse dolorosa!!

  10. Tinuccia 17 novembre 2011 a 11:17 pm #

    Ma lo sai che qui in alcuni centri commerciali ci sono dei chioschi dove fanno la depilazione col filo davanti ai passanti? Tu sei lí a farti torturare e in piú hai il pubblico!

  11. Francesca 18 novembre 2011 a 7:17 am #

    L’ho visto fare anche in Inghilterra, ma non ho mai avuto il coraggio!

  12. wanesia 18 novembre 2011 a 8:02 pm #

    Ciao e grazie della visita innanzitutto. Io vado dal parrucchiere turco,anche se da un paio di mesi hanno preso un italiana per la mia gioia. Ho visto depilare le sopracciaglia con il rocchetto bianco e me la ridevo sotto i baffi, anche se una volta mi e´ stato proposto dalla tipa e ho rifiutato a priori. Preferisco l´asimmetricvo fai da te😀

  13. Anonimo 19 novembre 2011 a 1:25 am #

    Invece qua a Montreal e’ molto piacevole andare dal parrucchiere, ti fanno dei massaggi alla testa piacevolissimi. Alcuni hanno addirittura una specie di materasso dove ti devi sdraiare per farti lavare e massaggiare la testa. Sabato ho cambiato parrucchiere e mi sono trovata benissimo, prima mi hanno fatto entrare in una cabina dove mi hanno fatto in massaggio alla testa con olio aromatizzato e musica soft rilassante di sottofondo, mi hanno massaggiato anche la schiena, poi dopo avermi offerto una colazione a scelta ( o caffe’,cioccolata . capuccini etc ed anche brioches) sono passata al taglio e piega, pensavo di aver finito, invece……c’era il ritocco del trucco , a scelta fra fondo tinta, od occhi o bocca. Insomma sono uscita che mi sentivo proprio bene. Ciaoo Zia

  14. Laura 19 novembre 2011 a 1:27 pm #

    Depilazione col filo? Ne ho imparata una nuova.
    Ma al posto tuo tornerei al tradizionale faidatè.

  15. Jenisha-VolareLiberi 19 novembre 2011 a 2:03 pm #

    Mi hai fatto ridere, io vado da una turca qui( vivo in Germania) che mi fa le sovraciglie con il cotone, all’inizio E’ doloroso, poi nulla e vengono perfette, non trovo un estetita per depilarmi le gambe da mesi..Bel blog ripassero’ a leggere io sono Rosa.

  16. donna con fuso 23 novembre 2011 a 5:26 pm #

    Anche io non avevo mai sentito di questa depilazione con filo.
    Incredibile quante cose si possono imparare anche su tema spinoso (:DD) come la depilazione

  17. Titti 23 novembre 2011 a 5:51 pm #

    Proprio roba da turchi! Sono anch’io per il fai da te anche se è complicatissimo, visto che porto gli occhiali….

    • destinazioneestero 23 novembre 2011 a 6:16 pm #

      Quando vado in una nuova città impiego del tempo prima di individuare il parrucchiere o l’estetista, di solito all’inizio mi arrangio con il materiale portato dall’Italia come la ceretta o la piastra per i capelli…

  18. Eireen 24 novembre 2011 a 9:26 am #

    Mi è piaciuto proprio leggere questo post e ti consegno il premio coraggio dell’anno. Io piuttosto mi sarei depilata da sola, a casa, con i miei metodi. Depilazione con il filo????? Neanche pagata!🙂

  19. elga 24 novembre 2011 a 7:15 pm #

    Mi sono fatta una risata, grazie!!!😉 Penso che rimarrò sul fai da me, dovessi mai passare dalle tue parti😉

  20. Elisa 27 novembre 2011 a 12:02 pm #

    Io non ho mai fatto una ceretta in vita mia e sono un po’ nemica dei centri di estetica in generale, difficilmente li frequento qui in Italia, non oso pensare di sottopormi a certe torture altrove …. mi hai fatto venire in mente il film Caramel (piacevolissimo!), il contesto geografico è completamente diverso, si tratta di Libano, ma il tuo racconto in qualche modo me l’ha ricordato. L’hai visto? Se non l’hai fatto, te lo consiglio.

  21. mariantonietta 29 novembre 2011 a 8:53 pm #

    è da un po’ di tempo che pensavo se scrivere o meno un post sulle cerette a lisbona. ho avuto delle esperienze da film horror, giuro, e infatti sono ancora alla ricerca di un centro estetico decente, che non mi faccia sgranare gli occhi ad ogni parola o ogni attrezzo preso in mano dalla signorina di turno. tre estetiste, un unico incubo. vabbè, per non parlare dei prezzi assurdi! ho deciso infatti che ritorno al fai da te e nelle mie visite in italia ci infilo una seduta per perfezionare.
    per la depilazione col filo so che è la migliore, ma non l’ho mai testata. ti so dire che qui è carissima (dodici euro di sopracciglia? ma quando mai?) e come dice tinuccia…è in pubblico!!!

    • natalia_pi 17 agosto 2012 a 9:36 pm #

      Mariantonietta, voglio le depilazioni di Lisbona!!! racconta!

      ho trovato il post solo ora, signora Destinazione, ed è stato molto molto interessante! domanda: nel frattempo per caso sei finita in mano alle caramellatrici dell’hammam, che ti denudano le parti intime con una palla di caramello? ho visto le stelle. però è stato interessante!

      • destinazioneestero 20 agosto 2012 a 10:25 am #

        Hehehehe! No, sono ancora in Italia, ma sulla via del ritorno!

  22. Giù 20 settembre 2012 a 3:39 pm #

    cercavo una ceretta a istanbul…e ho trovato il tuo blog!🙂 ho letto un po’ di post e ti faccio i miei complimenti! io mi sono innamorata di questa città sei mesi fa, ho raccontato la mia esperienza a un blogger – expat come te ad istanbul – se ti va puoi andare a dare un’occhiata http://istanbulavrupa.wordpress.com/2012/09/18/progetti-giovanili-a-istanbul-di-giusy-alaimo/.
    ciao!

    • destinazioneestero 20 settembre 2012 a 3:53 pm #

      Grazie del link. La tua storia è molto bella e anche la tua voglia di esperienze come quelle che hai fatto.

      • Giù 20 settembre 2012 a 4:00 pm #

        Troppo gentile, spero che sia utile a ragazzi e ragazze che vogliono cominciare a fare esperienze formative all’estero, se qualcuno ti chiedesse un consiglio su cosa venire a fare ad istanbul è bello sapere che c’è anche questa possibilità🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: