La pasta turca

7 Mar
Pasta turca

Pasta turca

Noi italiani siamo soliti credere che ormai la parola “pasta” sia conosciuta ovunque e che buona come quella fatta in Italia non se ne possa trovare altrove. Niente di più sbagliato se si tratta di Turchia.

Se venite qui e chiedete della “pasta” vi daranno un pasticcino dolce. In turco la pasta secca si chiama “makarna” e quella prodotta in Turchia è buona quanto quella italiana, anzi di più se si tratta di pasta italiana acquistata all’estero (quella destinata all’esportazione è infatti sempre qualitativamente più scadente di quella prodotta per il consumo italiano).

Così, dopo aver mangiato più volte pasta della nostra più comune marca scotta e sfaldata, a casa Destinazione ormai si usa soltanto quella turca, marca Ankara o Carrefour discount: molto più economica e decisamente di miglior qualità. Provare per credere.

33 Risposte to “La pasta turca”

  1. iTravelers 7 marzo 2012 a 5:28 pm #

    Devo ammettere che non ho il coraggio di assaggiare la pasta che producono qui. Infatti compro ancora la Barilla….🙂

  2. Biancume 7 marzo 2012 a 5:51 pm #

    noi per ora campiamo ancora della quintalata di pasta che ci siamo portati dietro con il trasloco.Ammetto una certa diffidenza verso quei marchi di pasta fintoitaliani che campeggiano nelle corsie dei supermercati ma prima o poi la superscorta finirà e poi chissà

    • destinazioneestero 8 marzo 2012 a 8:27 am #

      Noi ci siamo portati dietro gli spaghettini del N.3, perché mio marito va pazzo per quelli!

      • Speranza 8 marzo 2012 a 10:33 am #

        No, davvero? pure il mio: gli spaghetti, per lui sono solo n.3.

  3. Giul 7 marzo 2012 a 6:02 pm #

    Eh, il vantaggio di essere vicini all’Italia è che qui la qualità di quella esportata è buona. In compenso i prezzi… insomma non proprio🙂
    Complimenti per il coraggio nel provare le alternative, che è stato premiato!

    • destinazioneestero 8 marzo 2012 a 8:28 am #

      In realtà me l’aveva detto un’amica che era già stata qui negli anni passati…

  4. bazzigotti 7 marzo 2012 a 8:34 pm #

    Io qui in Italia ho visto delle confezioni di pasta Ba…la prodotte in Grecia!!!

  5. mom 7 marzo 2012 a 9:28 pm #

    Anche noi qui usiamo una comune marca italiana che qualitativamente è decisamente piú scadente che in Italia. il problema è che qui la pasta, comunemente chiamata PASTA!, la fanno con grano tenero e… fa un po’ schifo

  6. Cecilia 7 marzo 2012 a 10:05 pm #

    Io pure credevo che la parola pasta fosse internazionale, invece qua i ragazzini di scuola (vabbè, è un paesino) mica lo sapevano che si chiamava così, usavano la parola slovena (testenine). Io fortunatamente sono una falsa italiana e non compro mai marche buone, anche perché non so cucinare! Però quando viaggiavo fra Spagna e Italia con Iberia e avevo 23kg di valigia, allora la riempivo di biscotti e pasta, perché pur non sapendo cucinare, cucinavo comunque decisamente meglio degli spagnoli che facevano la pasta nella pentola a pressione!

  7. 6cuorieunacasetta 7 marzo 2012 a 10:12 pm #

    Non avrei mai immaginato che la pasta esportata fosse di qualità scadente…
    Ti credo sulla parola e se un giorno visiteremo la Turchia assaggerò la sua pasta!

  8. paroladilaura 7 marzo 2012 a 11:26 pm #

    che curioso vedere la pasta carrefour in turchia!
    pure io ignoravo questa cosa della pasta esportata.

  9. riruinglasgow 8 marzo 2012 a 1:27 am #

    sai che per me tutta la pasta è uguale? Non ho mai notato differenza tra grano tenero, duro, marche, mi sembra sempre uguale alla fine se non la fai scuocere. ma io come Cecilia mi sa che sono falsa italiana, mai andata pazza per la pasta!

  10. studiare in nghilterra 8 marzo 2012 a 2:17 am #

    chissà come hanno assimilato la pasta e da quanto tempo in turchia.

    Ma siamo sicuri che quella carrefour sia prodotta in turchia?(e che quella italiana idem)

    • destinazioneestero 8 marzo 2012 a 8:22 am #

      La Turchia è stata seconda solo all’Italia nella produzione mondiale di pasta nel 2011!

  11. francescavoglioviverecosi 8 marzo 2012 a 8:02 am #

    Nche noi compriamo spesso quella tedesca anche se la barilla e la voiello sono decisamante buone….
    iao francesca

  12. Alle67 8 marzo 2012 a 9:53 am #

    qui da qualche tempo trovo dececco per cui anche se cara compero quella, oppure la facciamo in casa!!
    ps ti ho mandato mail con invito!!😉

  13. Chicca 8 marzo 2012 a 9:58 am #

    Ieri sera uscita dalla piscina comunale luganese mi sono presa un döner kebab al kiosko lì vicino e…ti ho pensata!!!

  14. Robin 8 marzo 2012 a 11:13 am #

    Mmmm sarà ma io preferisco mangiare la nostra pasta. Anzi, anche tra quella che si compra qui in Italia ci sono marche che evito (tipo la Barilla): in genere preferisco le paste dei pastifici piccoli e artigianali🙂
    All’estero preferisco evitare la pasta e sostituirla col riso (che adooooroooo!)

    • destinazioneestero 8 marzo 2012 a 11:19 am #

      Al ristorante qui in Turchia anch’io evito la pasta, preferisco il riso pilaf (pilav lo chiamano qui) o il bulgur. Ma in casa nostra un sano piatto di pasta quotidiano non manca mai, quindi nel post io mi riferivo alla pasta cucinata in casa, con ricette all’italiana, tipo salsa di pomodoro o ragù!

  15. Laura 8 marzo 2012 a 1:29 pm #

    La pasta turca va fortissima anche qui in Giappone. E costa meno della pasta italiana. Io pero’ solo De Cecco. Purista. ^^

  16. soleil / mammaoggilavora 8 marzo 2012 a 2:49 pm #

    non mi sorprende tanto che in Turchia si produca buona pasta. Però ho una domanda: è un Paese che produce e esporta grano duro?

  17. mariantonietta 8 marzo 2012 a 4:09 pm #

    qui pasta si dice massa, invece la parola pasta significa qualcosa come cartellina!
    io a volte ho comprato la barilla, ma è troppo cara! ho sperimentato altro e sono soddisfatta. spaghetti aro (non so dove li fanno) sono ottimi. la pasta portoghese in genere è buona, basta tirarla fuori 3 minuti prima della cottura indicata.
    la vera meraviglia è stata la pasta fresca locale: buonissima!
    solo sulla pasta ripiena resto fedele al mitico giovanni rana: costa tipo 4 euri 250 gr, ma è troppo buona per rinunciarci!

  18. laubao 8 marzo 2012 a 6:16 pm #

    Pensavo anche io che la parola “pasta” fosse ormai internazionale! Bene a sapersi!!
    …dubito sempre dei prodotti italiani esportati all’estero, anche io sono sempre rimasta delusa!

    • marinatuacugina 8 marzo 2012 a 7:20 pm #

      quando siamo arrivati a Istanbul abbiamo assaggiato una pasta nel senso italiano del termine, della cucina locale ed era buonissima…sembravano i nostri cannelloni.

  19. wanesia 11 marzo 2012 a 11:39 pm #

    ahahah anch´io compro spesso la marca Ankara molto buona e trovo in genere molto simile alle forme italiane specie per le minestre

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: