Le nostalgie di Shukor grande e non solo di lei

20 Set
Sul Bosforo

Sul Bosforo

– Mamma, sai che Shukor grande viene ogni giorno nella mia classe?

– Come? viene ogni giorno nella tua classe? ma se adesso è in prima media, perché viene da te?

– Ha sempre una scusa diversa: ho dimenticato la merenda, dammene un po’ della tua/va tutto bene?/sto andando in palestra, mi raccomando rimani qua… eh, ma mica sono stupida io mamma, lo so che devo rimanere in classe e non andare con lei! Perché me lo viene a dire????

– Sai che c’è… Shukor grande forse un po’ ha nostalgia di te e un po’ ce l’ha della scuola elementare!

Non faccio in tempo a dire queste parole che Shukor grande corre verso la sorella e l’abbraccia forte. L’altra ride di gusto e la spinge via.

Rido anch’io immaginandomi la scenetta e rifletto su quanto può essere difficile per un bambino affrontare un nuovo ciclo di studi. Ma vorrei anche piangere in questi giorni che forse sono più duri per me che per lei. Sì perché cresce un bambino e dovrebbe crescere anche la sua mamma. Mentre questa mamma qui accidenti è rimasta ancora un po’ piccina. Non si dà pace a pensare che la sua Shukorina sia già in prima media, che abbia i professori anziché le maestre, i libri di educazione tecnica, musicale, artistica e non più il sussidiario. Che sia chiamata ragazza e non più bambina. Che presto cominci a ragionar di vestiti e smalti e amori con le sue amiche del cuore. E poi lo sa bene questa mamma qui com’è quell’età. E’ quella che conosce meglio. L’ha avuto sotto gli occhi per vent’anni quando insegnava. Eppure no, io mi sento ancora mamma di una bambina delle elementari che ti dà il bacio prima di entrare a scuola e non le importa di essere vista dai compagni, che non ha segreti per te, che non ha altri pensieri che il gioco. Ecco, oggi vorrei raccontarvi di quanto sia bella Istanbul in questa stagione, del suo clima mite, del piacere di stare in un bar davanti a un çay (tè nero) e veder passare la gente, delle gite domenicali sul Bosforo. Di quanto sia gradevole la tranquillità della casa mentre le Shukorine e l’Insegnante sono a scuola. E invece vi parlo di una mamma che vorrebbe le sue Shukor sempre piccine.

24 Risposte to “Le nostalgie di Shukor grande e non solo di lei”

  1. annamaria chessa 20 settembre 2012 a 5:50 pm #

  2. Biancume 20 settembre 2012 a 6:04 pm #

    ma che bella mamma che sei

  3. Alle67 20 settembre 2012 a 7:11 pm #

    tranquilla é normale, ma poi passa sai?😉

  4. Cristina Rossi 20 settembre 2012 a 7:33 pm #

    Che bello il tuo post, cara Raffaella. Io ho una bimba ancora piccola, non ha ancora tre anni, eppure riesco ad immaginare come ti senti. Credo che sia proprio così quando le nostre piccole lasciano il nido. Eppure, tutto quello che hai costruito in questi anni ti verrà ridato indietro quando, passata l’età dell’adolescenza, la tua shukorina sarà una donna.
    Un abbraccio forte.
    Cristina

  5. elle 20 settembre 2012 a 8:18 pm #

    che post tenero!
    non dev’essere facile, e’ un crescendo continuo delle piccole che diventano grandi e delle mamme insieme a loro!
    Un bacino, e non ti preoccupare, c’e’ tempo per parlarci di gite e di gente!

  6. soleil / mammaoggilavora 20 settembre 2012 a 8:31 pm #

    mi ritrovo esattamente nella stessa barca, il mio Grande è in prima media. Stesso tumulto di emozioni.
    Grazie per averlo espresso così bene

  7. pomodori verdi in london 20 settembre 2012 a 10:51 pm #

    Mia figlia ha dodici anni ed è praticamente alta come me (170 cm). E’ quindi sotto gli occhi di tutti il fatto che non sia più una bambina, ma (da mamme) è difficile capirlo e soprattutto accettarlo. Si vergogna a darmi la mano o un bacio in pubblico ma poi in mille altre occasioni torna ad essere la bambina che chiede la coccola o il contatto fisico come quando era più piccola. Fa effetto (tanto effetto!) che sia già così grande, ma anche tanta tenerezza, perchè dentro a quel guscio già quasi-adulto c’è ancora uno pseudo-cucciolo.
    E poi entrambe ne abbiamo una più piccola… sarà dura quando toccherà a loro!

  8. Barbara 20 settembre 2012 a 10:52 pm #

    Bellissimo racconto verità. Anche io provo le stesse emozioni con il mio “piccolo” di 10 anni che piano piano si allontana da me e non vuole più essere abbracciato davanti agli altri (ma in privato lo apprezza e cerca ancora molto). Eh com’è dura farli crescere lasciandoli andare ma così deve essere. Ancora complimenti per le belle parole

  9. M di MS 21 settembre 2012 a 12:44 am #

    Credo che anche io un giro mi ritroverò a vivere queste sensazioni. Un abbraccio, ce la farai.

  10. Giul 21 settembre 2012 a 10:35 am #

    Che bel post! Immagino come ti senti, la mia piccolina ha solo 4 anni e 3/4 e ha iniziato la scuola quest’anno (sistema svizzero) e deve essere indipendente nel vestirsi, e in tante altre cose.
    Sono contenta per lei che cresce, ma per me è un primo distacco, e poi lei si afferma, dice: ” Non sono un bebè sono una bambina grande, vado a scuola, facco da sola” ed è dura spiegarle che per me sarà sempre il mio bebè, anche quando avrà trent’anni. Mi ricordo quando la mia mamma mi diceva così🙂
    Il tempo passa e, come dici tu, è probabilmente più dura per i genitori che per i bimbi🙂

  11. laGattaGennara 22 settembre 2012 a 10:12 pm #

    non capisco per averlo provato, ma lo sento, Ho sentito molta tenerezza.

  12. ale_mommyplanner 23 settembre 2012 a 1:28 am #

    lacrimuccia ! brava mamma !

  13. Laura 23 settembre 2012 a 8:26 am #

    Il tuo post mi ha commosso e proiettato in un futuro non molto lontano. Ci penso spesso a come avverrà questo taglio del cordone e spero che sia il meno traumatico possibile. Come te ho sempre immaginato il momento della loro crescita come una crescita mia, soprattutto e forse è proprio questa la cosa che mi spaventa di più: anch’io mi sento ancora così piccola…

  14. mammaincina 23 settembre 2012 a 9:45 am #

    Mi hai fatto venire i brividi…crescono veramente troppo in fretta, e la cosa fa un pò paura anche a me, a volte ho proprio la sensazione di non capire tante cose e tante dinamiche “adolescenziali”…resto indietro e arranco. Ma sono fiduciosa, prima o poi ci raggiungeremo di nuovo!

  15. Moonlitgirl 23 settembre 2012 a 12:04 pm #

    Bellissimo…..hai esternato in maniera così tenera cio’ che credo provino prima o poi tutte le mamme….ho provato una stretta allo stomaco leggendo il post….e poi il pensiero e’ volato al mio Nanetto….che vorrei sempre rimanesse un bimbo di 7 anni….. Che mi bacia, mi abbraccia , mi dice che mi vuole bene…..
    Ti sono vicinaaaaa!!!!!!!!

  16. luisella 23 settembre 2012 a 4:09 pm #

    Ciao,

    Penso che sia molto bello che le tue figlie siano così legate!

    Un abbraccio
    Luisella

  17. riruinglasgow 24 settembre 2012 a 9:50 pm #

    mi era piaciuto tanto questo post, mi ero dimenticata di dirtelo!

  18. mariantonietta 26 settembre 2012 a 9:37 pm #

    che tenera che sei, destinazione!
    mammaincina ha detto una cosa che penso anch’io da figlia. dopo il distacco adolescenziale con la mamma siamo tornate coccolose come quando avevo 3 anni e lei mi chiamava “la coda” perché la seguivo ovunque in casa, da una stanza all’altra😀

  19. ilyala 1 ottobre 2012 a 11:33 am #

    mizzicatina.. detta alla sicula…. mi sono commossa perchè ti capisco davvero…

  20. Laura 10 ottobre 2012 a 4:35 pm #

    Quanta, infinita, dolcezza.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: