Tag Archives: Acqua

Il container… finalmente!

14 Gen

E’ stata lunga. E’ durata da fine agosto a gennaio l’attesa del container con gli alimentari acquistati in Italia. Cinque mesi senza biscotti italiani, che mi hanno costretta ad imparare anche a fare le torte (e ho detto tutto!), cinque mesi senza i pelati, senza l’acqua minerale (quella di Asmara ha un retrogusto di terra), senza la farina (quella di Asmara deve essere setacciata perché ha sempre ospiti al suo interno), senza quelle piccole cose che ti fanno sorridere alla vita (olive, patatine, cereali, cioccolata e via dicendo).

E questa mattina è giunta inaspettata la telefonata: vieni subito, il container è arrivato, stiamo caricando le tue cose su un camion. Porta la lista così controlliamo che ci siano tutte! Sì perché il container non è a mio nome, noi abbiamo diritto a un solo container per tutti i cinque anni di mandato, ma gli alimentari qui non si trovano tutti o se si trovano sono di scarsa qualità (di provenienza artaba o cinese) o già scaduti, per cui ci appoggiamo ai nuovi colleghi che annualmente arrivano e chiediamo un piccolo spazio nel loro.

Quando le Shukorine torneranno da scuola troveranno ad aspettarle Nutelle, patatine, biscotti e crackers, frutta sciroppata, marmellate e latte italiano che potranno bere freddo con il cacao senza doverlo prima bollire e ribollire. Per loro sarà una gioia immensa…

Questa è la foto che ritrae la nostra megaspesa da Maiorana a Roma:

La nostra spesa

La nostra spesa

La nostra spesa

La nostra spesa

Acqua: problemi tecnici

30 Ago

Stamattina ho avuto la conferma che ci sono problemi tecnici nella distribuzione dell’acqua. Ho contattato la water tank per farmi riempire le cisterne e il proprietario a malincuore mi ha detto che sarà difficile riuscire ad approvvigionarsi perchè quasi tutta Asmara è senz’acqua. C’è una sola cosa da fare e che vale per tutta l’Africa: aspettare! Intanto chiamerò un taxi e con le bambine mi dirigerò al Cristal Hotel per il pranzo…

E siamo di nuovo qua…

29 Ago

Siamo rientrati in Eritrea da pochi giorni e devo dire che mai come in questo periodo sento la mancanza dell’Italia.
Qui piove tutti i giorni e più volte al giorno. E fa freddo. Le temperature si aggirano sui 15 gradi e in casa l’umidità è del 60%. Ci siamo rassegnati a indossare calze e maglione. Io ho il raffreddore vuoi per il freddo che ho preso arrivata all’aereoporto di Asmara, vuoi perchè la Shukor grande aveva l’influenza già alcuni giorni fa.
E poi, dulcis in fundo, già al secondo giorno dal nostro arrivo siamo rimasti senz’acqua. Ad Asmara l’acqua viene distribuita dalla municipalità più o meno una volta al giorno. Noi la facciamo confluire in un serbatoio posto in giardino e ci serviamo di una pompa per mandarla in un secondo serbatoio che si trova sul tetto della casa.
Di solito durante la stagione delle piogge l’approvvigionamento è assicurato, ma c’è sempre un’eccezione alle regole…
Fatto sta che da 5 giorni siamo senz’acqua. Completamente. Per lo scarico del bagno utilizziamo quella piovana e per lavarci salviette umidificate e acqua minerale. Nelle credenze non c’è più un bicchiere pulito, le stoviglie giacciono ammonticchiate sul tavolo della cucina e dentro il lavello. I nostri pasti vedono alternarsi pizza, scroccate dagli amici e puntate al ristorante. Stasera, non avendo voglia di uscire, abbiamo dato fondo allo scatolame della dispensa.
Sogno mozzarelle, stracciate, prosciutti affettati e tutto il ben di Dio che c’è in Italia. E una doccia calda…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: